TARSU.LOIRA “LAVORIAMO PER RIDURRE I COSTI E NON AUMENTARE LE TASSE”

L’Assessore al Bilancio Renato Bisonni interviene sulla questione dell’aumento della TARSU, in relazione agli articoli pubblicati nei giorni scorsi sulla stampa locale.

“Dopo aver letto le dichiarazioni del signor Scafà sento l’obbligo di fare alcune precisazioni in merito a quanto riportato dagli organi di stampa.
Durante l’ultima riunione avvenuta tra me e i delegati della Confcommercio, mi è stato chiesto di ridurre l’aumento della TARSU solo alle categorie da loro rappresentate al 5%, anziché applicare il 16% previsto, spalmando il mancato gettito dovuto alla riduzione proposta indistintamente sulla popolazione di Porto San Giorgio. Com’è ovvio tale proposta è stata rifiutata e si è applicato l’aumento TARSU a tutti senza privilegiare alcuno.

Sempre durante quella riunione – prosegue l’Assessore Bisonni – feci presente l’enorme sforzo fatto dall’Amministrazione e dall’Assessorato che mi onoro di servire per ridurre l’impatto sui cittadini di tale incremento: tra l’altro, fu fatto presente come l’aumento della TARSU del 16% non coprisse del tutto ma solo per l’87% i costi per quest’anno e come il restante 13% necessario per il 2012 sarebbe stato coperto dall’Amministrazione, non senza difficoltà, con altri introiti.

Ho ricordato, inoltre, che per il 2013 con il subentro della TARES che ingloberà la TARSU e altre tasse, non sarebbe più stato possibile coprire solo parzialmente i costi dello smaltimento e la Giunta Loira, grazie al taglio dei costi e degli sprechi operato dal nuovo amministratore della SGDS, si sarebbe impegnata a non gravare su Porto San Giorgio per un ulteriore aumento delle imposte”.

Nel merito si aggiungono le precisazioni del Sindaco Nicola Loira:

“Capisco che trovarsi di fronte ad un assessore che parla per la prima volta il linguaggio della franchezza e della trasparenza possa disorientare l’interlocutore. Tuttavia, mi sento di poter tranquillizzare i sangiorgesi, che siano operatori commerciali o semplici cittadini, circa l’impegno di questa Amministrazione a ridurre i costi e non aumentare ulteriormente le tasse.
E’ altrettanto evidente – afferma il Sindaco Nicola Loira – che non avremmo potuto gestire altrimenti, se non con l’aumento della TARSU, una situazione di spesa fuori controllo come quella riguardante la raccolta dei rifiuti, spesa in costante e crescente aumento negli anni.
E voglio aggiungere che un’amministrazione seria e responsabile non avrebbe potuto nemmeno continuare a nascondere la polvere sotto il tappeto utilizzando i più svariati artifizi contabili, compresi quelli vietati dalla legge, come utilizzare i proventi della distribuzione del gas, come fatto durante l’Amministrazione Agostini, e che oggi ci vengono richiesti di oltre 100.000 euro dall’Autorità garante e che vanno a costituire una parte dell’aumento riscontrato”.