PREMIO VOLPONI 2012.A FRANCESCO GUCCINI IL PREMIO ALLA CARRIERA

Con il pensiero rivolto a Stefano Tassinari, infaticabile animatore culturale e scrittore che ci ha lasciato da qualche tempo, torna la IX edizione del Premio letterario nazionale Paolo Volponi che si terrà dal 15 novembre all’1 dicembre a Fermo, nelle Marche. A lui, che ne fu il fondatore, sarà dedicato un ricordo nella serata finale con un incontro che avrà per ospiti Wu Ming 1 e Marcello Fois.

Quella sera stessa, che si terrà al Teatro delle Alpi di Porto Sant’Elpidio, sarà assegnato anche il premio alla carriera a Francesco Guccini, fresco di pubblicazione del nuovo disco (il sedicesimo), “L’ultima Thule”, che uscirà il 27 novembre, registrato all’interno del mulino di famiglia a Pavana, sull’Appennino. Il premio alla carriera viene dato al Maestrone “per aver speso, come artista e come cittadino, tanti anni della sua vita e un grande talento per mantenere viva, in molte forme, la coscienza critica, lo spirito di libertà e giustizia nella società italiana; per aver contribuito, in musica, in versi e in prosa, all’educazione sentimentale e civile di intere generazioni”.

Altro premio assegnato, quello alla Cultura e Impresa, a Maxman, società di produzione di lungometraggi, documentari, pubblicità e videoclip, che oltre ad avere sede a Fermo, ha casa anche in via Drapperie a Bologna.

I finalisti al Premio Volponi sono Franco Arminio con “Terracarne”, Alessandro Leogrande con “Il naufragio”, Davide Orecchio con “Città distrutte”: alla giuria tecnica composta da Massimo Raffaelli, si unirà quella popolare di 100 giurati tra lettori forti, studenti medi degli Istituti scolastici della Provincia di Fermo e dell’Università di Macerata e alcuni altri designati da Coop Adriatica collabora col premio.